Studio Medico Dentistico a Torino e Lanzo Torinese del Dottore Giuseppe Casetta

TORINO: Via Bellardi 23 | Telefono: 340 81 37 808
LUNEDI' matt. e pom. - MERCOLEDI' matt. e pom. - GIOVEDI' matt.

LANZO TORINESE: Via Matteotti 13-15 | Telefono: 0123 29 240
MARTEDI' matt. e pom. - GIOVEDI' pom. - VENERDI' matt. e pom.

dentista a Torino affiliato Lyoness

Le News del dott. Casetta:

Intervista a Giuseppe Casetta

Intervista a Giuseppe Casetta

Il professionista dell'odontoiatria si racconta a T'informa News

Giuseppe Casetta: lavoro per far sorridere le persone
Intervista a tutto campo con un professionista dell’odontoiatria:

http://www.tinformanews.com/giuseppe-casetta-lavoro-per-far-sorridere-le-persone/

Un esempio di protesi fissa

Un esempio di protesi fissa

Protesi detta "ponte naturale"

In queste quattro fotografie si può vedere una riabilitazione complessa del mascellare superiore con sette impianti che portano un ponte con dieci elementi. Questo tipo di riabilitazione viene chiamata “a ponte naturale”, (natural bridge).
Non solo si riesce ad ottenere un risultato estetico  eccellente ma, veramente, si ha una situazione funzionale, (masticazione; fonazione), molto simile a quella vissuta con i propri denti.
Si tratta di terapie piuttosto lunghe nel tempo, ( di solito almeno 7-8 mesi per la finalizzazione), che non possono essere considerate economiche ma che rappresentano il “non plus ultra” delle riabilitazioni  implantari.

Un esempio di protesi combinata

Un esempio di protesi combinata

Come funziona la protesi semifissa

L’uso degli impianti, (viti di titanio inserite nelle ossa mascellari), consente di riabilitare situazioni anche molto compromesse. Ecco, in queste foto, un esempio di riabilitazione completa con impianti.
Si può vedere un'arcata mascellare (superiore) senza denti, con quattro piccoli attacchi dorati. Essi sono avvitati a quattro impianti e consentono di ancorare una protesi mobile superiore. (Nelle foto si vedono le cappette  “femmine” all’interno della protesi che si ancorano agli attacchi in bocca).
Questo tipo di protesi detta anche combinata, overdenture o semifissa consente, a differenza delle protesi mobili tradizionali:
a) di incidere (tagliare con gli incisivi) senza che ci sia dislocazione o distacco della protesi;
b) di evitare l’ingombro del palato consentendo di avere una piena sensazione gustativa; 
c) di avere una stabilità protesica veramente eccellente. (Non c’è necessità di paste adesive).

Essendovi solo quattro impianti è una terapia  piuttosto economica e consente un'ottima igiene domiciliare.
I bordi della protesi difendono poi (almeno parzialmente) gli impianti dalla azione diretta nociva del fumo di sigaretta che, comunque sarebbe sempre meglio evitare o, quanto meno, ridurre drasticamente.
In alcuni casi, per le protesi inferiori (sconsigliato nelle superiori)  si può immaginare di usare solo due impianti su cui posizionare due attacchi.
Si tratta di riabilitazioni minime da effettuarsi solo in casi particolari.

 

 

Studio Medico Dentistico Dott. Casetta Giuseppe | P.IVA: 09749060019 | Iscrizione Albo degli Odontoiatri della Provincia di Cuneo: 00651